L’INTERVISTA: Dj Claudio Di Leo

Dimensione Suono Soft, Claudio Di Leo: “Dietro il microfono bisogna essere sé stessi”

 

Tra successi e difficoltà, lo speaker racconta il percorso che gli ha permesso di crescere davanti al microfono  

 

Ciao Claudio, raccontaci i tuoi inizi come speaker…

Le voci della radio mi hanno sempre affascinato. Mi ricordo che già a 14 anni prendevo la bici e andavo negli studi di una radio vicino casa a guardare lavorare il mio dj preferito. Agli esordi cercavo di imitare i miei idoli, poi ho capito che dietro al microfono bisogna essere sé stessi. All’epoca seguivo dj Albertino e Andrea Torre, che conduceva su Radio Centro Suono un programma di musica house. Il caso ha voluto che nel 2002 fui chiamato a sostituire proprio lui. In quegli anni, in parallelo, portavo avanti il lavoro di dj, mi occupavo di doppiaggio di pubblicità nazionali e locali. 

Quali sono le difficoltà che hai incontrato durante il tuo percorso radiofonico? 

C’è stato un momento in cui ho avuto delle delusioni dal punto di vista professionale, con alcune proposte fatte ai grandi network che non si sono concretizzate. Questo mi ha fatto lasciare la radio per un certo periodo. Il fuoco però continuava a rimanere acceso dentro di me e così nel 2020, dopo tre anni di assenza, ho deciso di rimettermi in gioco. A luglio dell’anno scorso ho avuto la possibilità di mettermi in contatto con Marco Minelli, direttore di Dimensione Suon Soft e a ottobre sono tornato in onda.

Che ambiente hai trovato a Dimensione Suono Soft?  

L’ambiente è l’ideale non solo dal punto di vista logistico e tecnologico ma anche umano. Mi sono trovato a legare con tante persone, nonostante il mio carattere chiuso. È una radio che ti permette di lavorare bene, devi solo avere la voglia di metterti in gioco. Con Dimensione Suono Soft sono riuscito a presentare diversi eventi, come quello al Colosseo dello scorso mese, dove mi sono trovato ad avere un feedback diretto con molti ascoltatori. 

Vai in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 17. Come riesci a tenere vivo l’interesse dell’ascoltatore?  

La nostra è una radio che le persone ascoltano mentre lavorano e spesso ci scelgono per avere una compagnia durante la giornata, raramente sono di passaggio. Cerchiamo di dare notizie sul benessere della persona e dell’ambiente, spaziando dall’economia circolare alle nuove forme di energia pulita. Temi quanto mai attuali.

Please follow and like us:
error

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy