MUSICA:”Yassin Ben Achour”

Loco Dice, il pubblico ascolta

 

Prima di lasciare la techno occupiamoci di questo dj che il 29 aprile sarà ospite al Goa. Tunisino di nascita e tedesco di formazione, Yassine Ben Achour ha molto da dire; e da suonare.

 

Di Giacomo Ruben Martini

 

Non è più certo un ragazzino, Yassine. Ma lo era quando ha cominciato a smanettare i piatti nei primi Anni 90 momento in cui il rap, anche in Europa, iniziò a “sfondare”.

Questo ragazzo di Tunisi emigrato a Dusseldorf era uno dei pochi dj a interessarsi al genere. Il suo talento lo portò in breve tempo a scaldare il pubblico di Ice Cube, Snoop Dogg e Jamiroquai durante i concerti in Germania.

Oggi il suo nome è una garanzia per i frequentatori dei club e per gli amanti della musica elettronica in generale. Una settimana è negli Usa, quella dopo in Europa, poi vola in Asia. D’estate non c’è una località per clubbers che non sia disposta ad accoglierlo (e a pagarlo) in un locale. Chiunque organizzi un evento con lui ha la certezza di fare il “tutto esaurito”.

Quando Yassine suonava musica hip hop si faceva chiamare Dice’C, nome poi cambiato in Loco Dice. “Loco”, pazzo, così era stato chiamato da alcuni membri dello staff che volevano farlo scendere da un tetto, a Ibiza, dove si era messo a ballare.

A Ibiza ci si trasferì per un po’ intorno alla metà degli anni 2000, quando aveva già abbandonato l’hip hop. Qui ha prodotto numerosissime tracce che lo hanno consacrato, nel mondo, come producer techno.

Sezionando i suoi lavori, si possono ascoltare reminiscenze dall’hip-hop, influenze dal rock ma anche dalla musica della sua infanzia. Infatti durante i suoi live set è possibile incappare nella “mezwed”, un genere tunisino che si suona con strumenti particolari: il darbouka, una percussione, e il mizwag, una sorta di cornamusa.

Dopo Ibiza ha diffuso musica propria ininterrottamente fino al 2012. Solo a quel punto, all’età di 38 anni, ha allentato il ritmo. Si è trasferito a New York e qui ha fondato la sua etichetta, la Desolat, per produrre altri dj.

Le sue playlist odierne sono composte sia da suoi brani che brani dei suoi “allievi”, oltre a brani che Loco stesso remixa; per esempio per Moby ha realizzato recentemente il remix di Go, una vecchia canzone del musicista americano.

Dunque la serata in cui sarà ospite a fine mese si preannuncia diversa dalle solite: preparate il cash.

 

Please follow and like us:
error

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy