SI PUO’FARE: “Creo, ergo sum “

“Creo, ergo sum: Intervista a Federica Tudisca “

 

Con questa rubrica presentiamo di volta in volta uomini, donne e associazioni che dedicano energie, tempo e passione a qualcosa, o a qualcuno, senza necessariamente aspettarsi un “ritorno” economico o un compenso tangibile. Troppo spesso ci concentriamo su noi stessi senza volgere lo sguardo sull’altro, sugli altri. Guardandoci intorno, invece, scopriamo tante idee, tanti mondi, tante realtà particolari. Oggi incontriamo “le Mani Creative” di Castelnuovo di Porto, giovane associazione di artigianato e volontariato.

 

Di Alessandra Giancola

Federica Tudisca, nata a Roma 40 anni fa, moglie e mamma a tempo pieno, mise insieme il primo gruppo iniziando con sette donne di Castelnuovo di Porto, disoccupate o precarie, con particolari predisposizioni nei lavori manuali. Correva l’anno 2013 e, da quel primo incontro tra amiche, nacque a breve l’associazione Le Mani Creative allo scopo di valorizzare le realizzazioni artigianali delle donne e parallelamente di operare gratuitamente sul territorio, mettendo le proprie competenze a disposizione dei cittadini. Vediamo, parlando con lei, di saperne di più.

Federica, in che modo opera concretamente l’Associazione e quali progetti avete portato avanti nel tempo?

Le Mani Creative venne fondata da me e altre 7 socie, con il semplice scopo di sopperire alla crisi lavorativa e tenerci impegnate nei lavori manuali che amiamo fare. Le “creazioni” venivano poi vendute presso mercatini e manifestazioni locali. I nostri compaesani hanno mostrato da subito interesse e partecipazione verso i nostri stand, in cui ognuna di noi esibiva le proprie abilità in svariati ambiti: dal cucito, alla cucina, passando per la realizzazione di gioielli e oggettistica varia. Questa affettuosa curiosità ci ha poi spinte a dedicarci, anche in collaborazione con gli enti locali, a iniziative gratuite a favore di piccoli e grandi in cui le nostre volontarie allestivano e allestiscono laboratori nelle piazze per sviluppare la propria manualità e creatività. In soli 5 anni di vita abbiamo organizzato e gestito laboratori di cucina, (pane – pizza – pasticceria – piatti vegani) di cucito e di pittura aperti anche ai bambini. Ai bambini, poi, dedichiamo mercatini di giochi, di abiti usati e laboratori del recupero, nei quali si insegna l’importanza del riciclo e si realizzano oggetti utili con gli scarti degli imballaggi; un esempio? Con i cartoni del latte si possono costruire casette per gli uccelli.

Ricevete aiuti e/o sostegno economico per le vostre attività?

No, noi volontarie ci sobbarchiamo tutte le spese per realizzare questi eventi e se ricaviamo piccoli contributi dalle vendite dei nostri prodotti handmade, li reinvestiamo per acquistare materiale e attrezzi da utilizzare nei prossimi laboratori. Il comune di Castelnuovo di Porto ci mette spesso a disposizione la piazza nel centro storico del Paese; altrimenti allestiamo i corsi nella sede dell’associazione in Via Monte Cardeto. Siamo seguiti da sempre più persone che apprezzano il nostro lavoro e partecipano ai nostri eventi e collaboriamo anche con altre associazioni locali.

Quali i prossimi eventi de Le Mani Creative?

Vi aspettiamo numerosi la terza domenica di settembre al mercatino dei bambini; chiunque può partecipare prenotando il suo posto in piazza a Castelnuovo e allestendo il proprio banco di giochi o abiti da barattare. A Natale invece organizzeremo il nostro classico mercatino a tema, oltre che in piazza, presso il parcheggio del centro commerciale Emmepiù di Via Flaminia.

Quanta gratificazione ricavate dal vostro operare sul territorio?

Tantissima! Fare del volontariato e regalare momenti di relax e gioia alle persone non ha prezzo. Vedere i sorrisi di tutti coloro, adulti e non, che affollano i nostri laboratori e che aspettano poi con ansia l’evento successivo ci rende sempre più motivate e orgogliose del nostro impegno. I sacrifici sono notevoli ma l’amore impagabile della ge

Please follow and like us:
error

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy