ADRENALINA: “Snow Mobile”

“Snowmobile: velocità “cingolata””

Da mezzo di salvataggio la motoslitta, da tempo, si usa anche per gare ed acrobazie mozzafiato in pista e fuori pista. Requisiti minimi: aver compiuto 18 anni, patente A o B e una buona dose di coraggio.

La cilindrata può arrivare fino a 2500 cc; davanti un paio di sci, dietro i cingoli. La classica motoslitta si trasforma: da mezzo di trasporto o di salvataggio, su neve o su ghiaccio, ora si guida – diciamo pure si “pilota” – per gareggiare sul filo dei 120 Km/h. Ma correre non basta: curva dopo curva ci si può produrre in virtuose acrobazie per la gioia di chi guarda e, soprattutto, per far salire al massimo l’adrenalina.
Per provare, godendosi i paesaggi mozzafiato, basterà noleggiare uno di questi “bolidi”: i negozi che affittano motoslitte si stanno moltiplicando per servire tutti coloro che vogliano percorrere le più belle piste alpine o appenniniche. Correre o “passeggiare”, perché no? Poi, nel mezzo della passeggiata, ci si può fermare a cena in una baita.
Requisiti minimi per lo Snowmobile: aver compiuto 18 anni ed essere in possesso della patente A o B. Solitamente ai principianti saranno riservate motoslitte non particolarmente potenti, tra i 500 e i 600 cc. Il motore, come nelle moto da strada, può essere a due o a quattro tempi: nel primo caso sono grintose e divertenti da guidare ma decisamente più impegnative nelle discese ripide, avendo freni più piccoli e non avendo un freno-motore sufficiente ad “aiutare”; le quattro tempi sono invece più governabili e versatili, capaci di adeguarsi ai percorsi battuti come ai fuori pista. In più, essendo dotate di un freno-motore più significativo, consentono di affrontare le discese con più sicurezza.
Veniamo alle gare: le motoslitte utilizzate arrivano fino a 250 Hp, normalmente a 4T e con motore 2 litri, possono compiere salti e avvitamenti spettacolari; per questo sono molto famose le sfide di “freestyle” in cui i piloti svolgono acrobazie e salti mozzafiato. Come tutti gli sport anche questo, se praticato senza la necessaria preparazione, è pieno di pericoli. Spesso i neofiti, pensando di padroneggiare il mezzo fin da subito, rischiano incidenti anche gravi. Per chi è agli inizi si consigliano “moto” poco potenti e percorsi battuti così da evitare sorprese anche spiacevoli.
La competizione più interessante e più spettacolare è quella che si svolge nell’ambito degli “X-Games”, che si suddividono in “Summer X-Games” (a Minneapolis quest’anno) e Winter X-Games (invernale, ad Aspen). Tali Games, esclusivamente incentrati sugli sport estremi, sono finanziati dal canale sportivo statunitense ESPN. Le discipline protagoniste dell’edizione invernale sono Sci, Snowboard e, appunto, Snowmobile. I partecipanti, provenienti da ogni dove e tra i migliori al mondo, si sfidano esibendosi con le acrobazie più incredibili. Non a caso le gare, fin dal 2000, sono seguitissime: già diciotto anni fa gli spettatori furono 80 mila.
Collegata agli X-Games c’è l’”X-Fest”, dove si balla e ci si diverte al termine delle gare e dove è possibile incontrare personalmente i campioni.
Dalla pista alla console: c’è anche un videogioco che riprende in tutto e per tutto gli X-Games. Ma in pista, senza dubbio, è un’altra cosa; l’edizione 2018, terminata il 28 gennaio, ci ha regalato mille emozioni. Non disperiamo: l’edizione estiva parte il 19 luglio; cinque mesi passano presto…

Please follow and like us:
error

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy