COPERTINA LEI: “Aprile’Maggio 2016”

Intervista a Giulia Penna

Servizi copertina_apertura_lei

 

Già star sul web e con tutte le carte in regola per conquistarsi un posto come cantante rivelazione nel panorama musicale, dopo l’esperienza al Festival di Castrocaro che l’ha vista aggiudicarsi il secondo posto, Giulia, non ha più smesso di lottare per il suo sogno!

Servizi copertina_singola_1_lei 

Molti lettori ti avranno già riconosciuta dalla foto di copertina, ma le presentazioni sono d’obbligo.

Classe 1992, faccio la cantante e attualmente studio canto e pianoforte. La passione per la musica mi ha accompagnata in tutta la mia vita e, da circa un anno, in seguito a un periodo un po’ buio, ho iniziato a scrivere canzoni. Impugnare la penna e riportare le parole su carta è un’ottima valvola di sfogo che mi consente di incanalare le energie in maniera intelligente. Scrivere mi aiuta a trovare delle risposte quando sono confusa.

 

Sei scaramantica? Segui qualche rito prima di una performance?

 

Sono fissata sul numero minimo di ore da dedicare al sonno; inoltre, prima di esibirmi, mangio leggero e faccio dei fumenti particolari. Più che scaramanzia parlerei di pazzia.

 

La scelta di non fumare è correlata a questa tua attenzione per il benessere?

Sì e no. Diciamo che, semplicemente, non sento il bisogno delle sigarette.

Nonostante tu sia salita su palchi importanti come quello del Festival di Castrocaro, quest’estate hai scelto di esibirti come artista di strada a Roma. Com’è nata quest’idea?

Sì, nei mesi estivi mi sono avventurata in quello che ho voluto definire uno “street tour”, spinta da una mia necessità e dalle richieste dei fan. Ho voluto esibirmi per cercare un contatto diretto con le persone che mi seguivano, per trasmettere le emozioni. Il risultato è stata una carica grandissima per l’anima. Nonostante le porte in faccia, il coraggio è una dote che non dovrebbe mai mancare in un’artista, e il pubblico, in queste occasioni, ne infonde tantissimo.

Continui a portare avanti il tuo sogno e sui social sono in molti a sostenerti. Hai oltre 170 mila followers e migliaia di views sui video delle canzoni. Che rapporto hai con tutto questo?

 

È una sfera tutta mia e da dicembre mi sta regalando davvero moltissime soddisfazioni. Sui social ho lanciato dei #simpavideo e delle cover da me cantate, e vedere che in circa due mesi, sommando le visualizzazioni sui video, ho raggiunto circa 10 milioni di contatti, mi riempie di orgoglio. Ho un rapporto bellissimo con il pubblico, e quando risponde entusiasta alle mie canzoni e le condivide mi dà la spinta per riuscire a realizzare tramite il web il mio sogno di cantare.

 

Hai un tuo motto?

 

Una frase che ho tatuata: “Thanks for making me a fighter”. È un tatuaggio che dedico alla vita, le cui parole sono tratte dalla canzone “Fighter” di Christina Aguilera.

 

Avere 23 anni quando si scalpita per diventare una cantante affermata è un ostacolo o un vantaggio?

 

Dipende dalle occasioni. Mentalmente vorrei avere cent’anni per mettere a frutto tutta l’esperienza fatta e ciò mi aiuterebbe nei rapporti con gli altri e nella gestione della mia vita. Dall’atra parte, i miei 23 anni, nonché il contesto in cui vivo e in cui sono cresciuta, mi aiutano a essere genuina con le persone, sincera e trasparente, e mi spingono a lanciarmi in tutto ciò in cui credo. Artisticamente, attualmente, non è un limite, anzi. Se avessi avuto sedici anni sarebbe stato più difficile farmi prendere in considerazione.

Sono in molti a complimentarsi con te per il tuo aspetto fisico. In che misura, secondo te, sono importanti l’essere e l’apparire?

 

L’apparire è importante: essere una bella ragazza ti facilita nell’attirare l’attenzione. Spesso però è un’arma a doppio taglio: è facile richiamare l’interesse delle persone sbagliate e soprattutto lasciare che questo oscuri il talento. L’essere è essenziale! Ciò che uno è, alla fine, lo si trasmette anche se si prova a nasconderlo. I fan, soprattutto, si accorgono di tutto.

 

E per quanto riguarda l’amore? Cupido è già passato dalle tue parti?

Direi di si, sono fidanzatissima da nove anni!

Ci puoi anticipare qualcosa sui tuoi progetti futuri?

Sto collaborando con la Web Stars Channel. Con loro sto facendo un percorso che parte dal web, con l’obiettivo di riuscire a realizzare anche il mio sogno. Sui prossimi progetti ancora non posso svelarvi nulla ma se seguirete le news sulla mia pagina vi terrò aggiornati!

FB: Giulia Penna

YT: Giulia Penna

INSTG: giuliapenna_official

SNAPCHAT: Giulia Penna

Please follow and like us:
error

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy